Crea sito
giovedì, 24 Settembre, 2020
Ti trovi qui: Home » news » L’Italia si classifica diciottesima ai campionati mondiali di Barcellona
L’Italia si classifica diciottesima ai campionati mondiali di Barcellona

L’Italia si classifica diciottesima ai campionati mondiali di Barcellona

Sconfitta contro il Cile nell’ultima partita del mondiale, la finale per il 17° posto. Gli avversari ci impongono il loro gioco e non riusciamo mai ad ingranare, commettendo troppe penalità. Tutto sommato, un mondiale positivo per i nostri, continua la crescita della squadra.

Partita complicata per i nostri: già privi di Fisioterrorist per infortunio, perdono anche Professor Plan-B durante il riscaldamento (giocherà pochissimo da jammer e solo verso fine partita) e si ritrovano con Stradimarius a metà primo jam con sei penalità, il che costringe Nino Lo Squalo e Goofy a un superlavoro.

  • Italia – Chile 114-264

Goofy, dopo una piroetta incredibile, passa il wall avversario ma si becca un cutting: il replay mostra che era uscito fuori con una ruota! Peccato, era un gesto atletico strepitoso!

A uno sguardo superficiale si potrebbe dire che il jammer cileno Insane abbia vinto da solo la partita ma sarebbe ingeneroso: il wall dei sudamericani ha tenuto benissimo i nostri jammer, che hanno preso pochissime lead; e anche altri jammer avversari, in particolare Espartano, hanno fatto vedere i sorci verdi ai nostri blocker.

Difficile riuscire a fare meglio del 18° posto, comunque, l’unico modo sarebbe stato fare quei due punti in più nelle tre partite del girone eliminatorio, che ci avrebbero consentito di entrare nel bracket per il 13°-16° posto.

C’è da dire, comunque, che il sistema di ranking utilizzato è stato molto più lineare e comprensibile e la formula praticamente perfetta. L’unico neo è che difficilmente sarebbe stato gestibile un torneo con un numero maggiore di squadre (erano 24) per cui non è pensabile di replicare questa struttura ad esempio nel mondiale femminile.

Anche il Team Italy maschile ha eseguito l'inno nazionale con la lingua dei segni

AND THE WINNER IS…

La vittoria finale è andata – prevedibilmente – agli Stati Uniti, che hanno battuto l’Inghilterra per 203-85.

Molto più combattuta è stata la finale per il 3° e 4° posto tra Australia e Francia, con un epilogo incredibile: l’Australia domina la partita, ma la Francia a metà secondo period iniza una prodigiosa rimonta finchè al penultimo jam il risultato è 184-182 per gli australiani. All’ultimo jam il jammer francese prende la lead, mette a segno quattro punti e chiama la chiusura del jam e del bout – visto che il tempo era ormai scaduto – di fronte all’incredulità degli australiani e all’incontrollabile gioia dei supporter transalpini: 186-184 per la Francia e storico terzo posto.

Il punteggio però rimane unofficial perché gli arbitri parlottano tra loro tra loro, finché prendono una decisione davvero difficile: il jammer francese non ha chiuso in maniera legale il jam, poiché le mani devono toccare i fianchi due volte, nel suo caso hanno toccato una volta sola. In questo video si vede l’ultimo jam, e alla fine si vede proprio la chiamata “incerta” del jammer francese.

Visto che gli arbitri hanno dunque chiamato una chiusura illegale, decidono di far giocare un ulteriore jam! Anche il jammer francese si schiera in difesa insieme al suo wall per una disperata resistenza ma quello australiano prende la lead, mette a segno 5 punti e regala la vittoria alla sua squadra: 189-186!

La classifica definitiva:

I risultati completi li trovate qui, mentre questo è l’ottimo commento di Professor Plan-B sulla posizione in classifica: “A noi il 18 piace di più, il 17 porta sfiga!”

UN PO’ DI COSETTE GUSTOSE

Neanche è finito il mondiale che già è stato annunciato il prossimo: appuntamento il 9 Luglio 2020 a St.Louis, Stati Uniti!

Il merch definitivo ce l’abbiamo solo noi! A questo link trovate l’album di foto completo del Team Italy.

La didascalia della foto qui sotto parla da sola: siamo gli unici (es)portatori di stile, classe ed eleganza!

Complimenti dunque ai nostri ragazzi del Team Italy e allo staff, grazie per averci regalato un bellissimo weekend!

Un ennesimo grazie a Gabriele Lupo Sturaro, fotografo ufficiale del Team Italy, per le foto inviate pressoché in tempo reale – incluse quella di fine partita e questa in posa della nostra nazionale.

About Rob N. Röll

Scopre il roller derby nel 2014, si accorge che non esiste nessuna fonte di informazioni che non siano le pagine facebook delle squadre e decide di metter su una webzine, impiegando *soltanto* due anni per avviarla. Nel frattempo, si autocondanna a fare NSO in ogni evento di roller derby a cui partecipi. Il suo sogno è vedere una partita dalla tribuna anzichè dal penalty box.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica