Crea sito
martedì, 20 Ottobre, 2020
Ti trovi qui: Home » news » Salentrack! Il resoconto del torneo
Salentrack! Il resoconto del torneo

Salentrack! Il resoconto del torneo

Si è disputato sabato il torneo triangolare SalenTrack – Caroli Hotels Roller Derby Cup al Paladonbosco di Corigliano D’Otranto. A sfidarsi, le Bloody Wheels, le Seasters e le polacche Worst Warsaw. La vittoria è andata alle torinesi.

Organizzare un evento al sud non è esattamente una passeggiata, per cui chi ha messo su questo evento ha ragione di essere soddisfatta: “Questo torneo è il coronamento di un sogno”, ci ha detto la leccese d’adozione Special Toxic, “quello di portare il roller derby in un posto lontano da tutto come il Salento, ma che ha dimostrato di volerci bene e di supportarci. Siamo felici di come sia andata e non vediamo l’ora di continuare ad allenarci insieme come Seasters per la prossima partita (ovviamente accettiamo proposte). Ora scusa ma la spiaggia e i rustici ci hanno provato molto questo weekend 😀 Feel the wave!”

Le Bloody Wheels festeggiano la vittoria

Oltre alle questioni organizzative, c’è anche il roller derby giocato: se uno si limita a guardare i risultati e le foto, l’impressione è che, banalmente, le Bloody Wheels abbiano vinto per la maggiore esperienza e coesione a livello di squadra, ma in realtà c’è molto di più. Avevo chiesto due righe a Charlie Vixious per raccontare la cosa, e mi è arrivato invece una risposta molto più lunga e articolata, che svela come questo SalenTrack  sia stato molto più di un “semplice” torneo:

Come è andata? Direi benissimo, ma non senza difficoltà. È stato un periodo un po’ difficile per le Bloody ma alla fine ce la siamo cavata incredule. È stata un’esperienza bellissima sicuramente e che ci piacerebbe ripetere, magari al completo! Purtroppo abbiamo avuto parecchi infortuni ultimamente e parecchi disguidi lavorativi per cui alcune di noi non sono riuscite ad esserci. Abbiamo schierato solamente 7 skaters appartenenti alle Bloody, una bravissima nuova leva delle Harpies, Warhead, e Michelle Mohawk la nostra Bench. In più siamo state accompagnate dalla nostra fresh GassBadass che si è improvvisata Line Up Manager facendo un buonissimo lavoro e da LalaLupe e Peppermint che sono venute anche se infortunate a ginocchio e caviglia, che sono state ugualmente preziose. Eravamo un po’ preoccupate per questo, ma, per fortuna, il roller derby è uno sport in cui aiutarsi è la prima cosa e così siamo riuscite ad avere nella prima partita dei prestiti preziosi dalle Seasters e nella seconda sono venute in soccorso tre ragazze delle Bone-Crushing Hyenas e la meravigliose SeitanHelle, che ha rimesso i pattini dopo tanto tempo, High Vultage, che ci ha aiutato a superare mille muri e Vanity Fierce, che secondo me è un po’ un emblema del derby italiano dato che è sempre ovunque a fare tutto sui pattini e senza. [non solo secondo te! 🙂 NdR]

Ecco, è stata una vera sfida: giocare in poche e essere inevitabilmente in campo insieme a persone che giocano in modo diverso e che non sei abituata ad avere affianco è difficile, ho dovuto persino improvvisarmi Jammer una partita pur non sentendomi pronta, perché quando il capitano Hellen ti dice che devi farlo non puoi far altro che farlo per il bene della squadra. Nonostante tutto è stato bello e alla fine ce l’abbiamo fatta. Abbiamo sudato e ci siamo divertite tanto, talmente tanto che, anche se la stanchezza era molta, tre di noi hanno aiutato le Worst Warsaw nell’ultima partita perché anche loro avevano bisogno di aiuto a causa di infortuni e io mi sono improvvisata Mirror non ufficiale per le Seaster urlando da fuori dal track direttive per aiutarle, tanto che poi di voce me n’è rimasta ben poca. Insomma è stato un triangolare all’ insegna dell’aiuto reciproco, che poi è uno dei fondamenti del Derby “for the skaters by the skaters”, un weekend intenso sicuramente da rifare, da imitare e da prendere come esempio da tutte le squadre italiane. Penso sia stata la miglior trasferta da quando ho iniziato a pattinare per accoglienza, organizzazione e divertimento. Siamo tutte state trattate con i guanti e questo è davvero ammirevole.

Questo weekend alla fine non lo abbiamo vinto solo noi. Lo ha vinto Varsavia a denti stretti, lo han vinto le Seasters che si sono rialzate ad ogni botta, lo han vinto le Stryx con Special Toxic (skater d’oro) che hanno creato un evento straordinario in un posto straordinario, lo ha vinto chi da casa ha provato a seguirci anche se lo streaming aveva problemi, lo han vinto anche le Bloody che da Torino chiedevano costantemente news. Sono davvero felice di come abbiamo giocato e dello spirito sportivo che si respirava nella nostra panca e in tutto il palazzetto. E dico questo con un sorriso enorme e gioia che esce da ogni poro, mentre torno a casa da Lecce a Torino, 14 ore di pullman con cambio a Bologna alle 4 di notte, insomma in un momento in cui proprio non c’è niente da sorridere!

Venendo alla cronaca sportiva, questi i risultati e la classifica finale.

Risultati
Worst Wasaw – Bloody Wheels 110-161
Bloody Wheels – Seasters 205-99
Seasters – Worst Warsaw 123-240
Classifica finale
1) Bloody Wheels
2) Worst Warsaw
3) Seasters
[non sono riuscito a reperire l’autore/autrice delle foto, prese dalla pagina del Cairoli Hotels: si faccia avanti e avrà i dovuti credits!]

About Rob N. Röll

Scopre il roller derby nel 2014, si accorge che non esiste nessuna fonte di informazioni che non siano le pagine facebook delle squadre e decide di metter su una webzine, impiegando *soltanto* due anni per avviarla. Nel frattempo, si autocondanna a fare NSO in ogni evento di roller derby a cui partecipi. Il suo sogno è vedere una partita dalla tribuna anzichè dal penalty box.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica