martedì, 25 Gennaio, 2022
Ti trovi qui: Home » news » Resoconto della Fight Cup 2017
Resoconto della Fight Cup 2017

Resoconto della Fight Cup 2017

L’edizione 2017 della Fight Cup è andata alle Poison Kittens, che hanno superato le Bloody Wheels Torino per 160-143 nell’ultima partita. Abbiamo raccolto un po’ di pareri dalle protagoniste del torneo. 

Il commento di Assterix delle Poison Kittens: “Molte moltissime lacrime di felicitá, per noi è stata una tripla vittoria: la rivincita con le amiche di Torino, l’aver vinto due partite su due e l’aver collezionato il maggior numero di punti totali”.

“È stato molto bello giocare con le BlockForest”, ci ha detto Lil Bounce delle Bloody Wheels, “erano alla loro prima esperienza e sono state brave, un gioco pulito e divertente. La partita contro le Poison è stata molto combattuta e molto tosta , ci hanno strappato la vittoria per pochi punti”.

Infine, la parola anche alle Blockforest: “Abbiamo avuto il piacere di giocare contro due squadre fantastiche”, ci hanno scritto capitan Rose Wood e le sue compagne. “Alla Fight Cup 2017 abbiamo giocato i primi due bout ufficiali della nostra storia e abbiamo incontrato un sacco di gente simpatica, unita dalla passione per il roller derby. Ref, NSO e organizzazione hanno fatto un ottimo lavoro e ci siamo divertite un sacco nonostante le due sconfitte. Abbiamo potuto applicare molti degli schemi provati in allenamento e imparato un sacco di cose: ci piacerebbe tanto tornare l’anno prossimo!”.

Tutte le foto di questo articolo sono di Davide Bologna.

Cheeeeeese!

I dettagli del torneo.

Risultati:
Bloody Wheels Torino vs Blockforest Friburgo 273-119
Blockforest Friburgo vs Poison Kittens Palermo 82-290
Poison Kittens Palermo vs Bloody Wheels Torino 160-143

Classifica finale:

  1. Poison Kittens Palermo
  2. Bloody Wheels Torino
  3. Blocforest Friburgo

Alla prossima edizione!

About Rob N. Röll

Scopre il roller derby nel 2014, si accorge che non esiste nessuna fonte di informazioni che non siano le pagine facebook delle squadre e decide di metter su una webzine, impiegando *soltanto* due anni per avviarla. Nel frattempo, si autocondanna a fare NSO in ogni evento di roller derby a cui partecipi. Il suo sogno è vedere una partita dalla tribuna anzichè dal penalty box.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica